Villa Torlonia

Villa Torlonia

Mappa: dove si trova Villa Torlonia

Sto caricando la mappa ....

Categoria
Giardino o villa pubblica - Edificio o palazzo storico
Campo di interesse
Arte e architettura neoclassica - Arte e architettura moderna

Indirizzo
via Nomentana 70
Roma (RM)

Municipio
II - Parioli/Nomentano
Rione

Informazioni e contatti
Telefono: 060608
Sito web:
Pagina Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Villa_Torlonia_(Roma)
Email: info@060608.it

Condizioni di visita
visitabile internamente in modo autonomo

Comprende
Bunker di Villa Torlonia
Casina delle Civette di Villa Torlonia
Casino dei Principi di Villa Torlonia
Casino Nobile di Villa Torlonia
Catacomba ebraica di Villa Torlonia

Presentazione
Nel 1797 Giovanni Torlonia incaricò Giuseppe Valadier di trasformare la tenuta dei Colonna, da lui acquistata, in una grande villa principesca: tra il 1802 ed il 1806 il Valadier trasformò la precedente villa padronale in un elegante palazzo e convertì un piccolo edificio rurale della vicina vigna Abati nel Casino dei Principi, usato dai Torlonia per fastosi eventi mondani; edificò scuderie ed un maestoso ingresso; si occupò anche della sistemazione del parco con viali simmetrici tra loro perpendicolari con al centro il casino principale. Alla morte di Giovanni, il figlio Alessandro Torlonia nel 1832 incaricò Giovanni Battista Caretti di arricchire e ampliare la proprietà; oltre a risistemare gli edifici già esistenti, il Caretti progettò la costruzione di nuovi edifici come ornamento del parco: assecondando il gusto eclettico del principe, l’architetto costruì i falsi ruderi, il Tempio di Saturno, la tribuna con fontana e gli ormai inesistenti anfiteatro, coffeehouse e la Cappella di Sant’Alessandro; all’architetto Quintiliano Raimondi fu commissionato di erigere l’Aranciera e nel 1841, per festeggiare le sue nozze con Teresa Colonna, il Teatro, pregevole esempio del gusto eclettico dell’epoca. La parte sud del parco venne sistemata da Giuseppe Jappelli; ridisegnò completamente l’aspetto del parco con vialetti tortuosi, laghetti, piante esotiche e nuovi edifici dallo stile fantastico: la Capanna Svizzera, trasformata in seguito nella Casina delle Civette, la Serra, la Torre e la Grotta Moresca e il Campo dei Tornei. Nel 1842 vennero eretti nel giardino i due obelischi in granito rosa dedicati alla memoria dei genitori Giovanni e Anna Maria Torlonia. L’ultimo erede, Giovanni Torlonia, fece rinnovare la Casina delle Civette, il Villino Rosso e il Villino di Guardania, tutti edifici destinati a diventare abitazioni private. Villa Torlonia fu residenza privata di Benito Mussolini dal 1925 al 1943.

Prossimi Eventi - Eventi in corso

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Eventi trascorsi

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Condividi questo evento

    Scrivi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.