Riserva naturale della Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco

Riserva naturale della Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco

Mappa: dove si trova Riserva naturale della Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco

Sto caricando la mappa ....

Informazioni su Riserva naturale della Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco

Salta le informazioni e vai agli eventi in programma

Categoria
Area naturale protetta
Campo di interesse
Natura e animali

Indirizzo
via Reatina
Mentana (RM)

Municipio

Rione

Informazioni e contatti
Telefono:
Sito web:
Pagina Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Riserva_Naturale_della_Macchia_di_Gattaceca_e_Macchia_del_Barco
Email:

Condizioni di visita
visitabile internamente in modo autonomo

Presentazione
La Riserva naturale della Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco si estende tra i Monti Cornicolani e la valle del fiume Tevere. L’area è tutelata per la particolare geologia carsica e la folta vegetazione: il territorio si sviluppa su colline di origine calcarea che danno origine a vasti fenomeni carsici come doline, grotte e inghiottitoi (il più importante è chiamato il Pozzo del Merro, dolina di crollo caratterizzata da una depressione di circa 80 metri rispetto al piano di campagna, con pareti a picco ricoperte da una folta vegetazione e sul fondo un laghetto della profondità di 300 metri). La metà circa della riserva è utilizzata per la coltivazione di olivi, foraggio e nella zootecnia, il resto è lasciato a bosco prevalentemente di cerri con un fitto strato inferiore di biancospini, cornioli, ligustri, meli selvatici; lo strato erboso è protagonista di una splendida fioritura di anemoni e ciclamini. La zona è l’habitat ideale per molti animali: tra i mammiferi sono presenti volpi, istrici, donnole e martore; nidificano diverse specie di uccelli come la ghiandaia, l’upupa, il cuculo, rapaci come le civette ed il gheppio; si trovano anche rettili ed anfibi come tartarughe, rane e rospi. Nella riserva sono presenti tracce di antichi insediamenti: resti di ville rurali di epoca romana, fornite di grandi cisterne per la raccolta delle acque; per un tratto è visibile il basolato romano della via Nomentana e di alcuni suoi diverticoli; particolarmente suggestivi sono i ruderi delle torri del Castello di Grotta Marozza di epoca medievale; sono stati anche rinvenuti siti utilizzati come carbonaie e per la produzione di calcare.

Prossimi Eventi - Eventi in corso

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Eventi trascorsi

    Nessun evento trovato

    Condividi questo luogo

    Siti e monumenti nei dintorni

    Clicca sul nome del luogo per maggiori informazioni