Palazzo Zuccari – Bibliotheca Hertziana (Max-Planck-Institut für Kunstgeschichte)

Palazzo Zuccari - Bibliotheca Hertziana (Max-Planck-Institut für Kunstgeschichte)

Mappa: dove si trova Palazzo Zuccari – Bibliotheca Hertziana (Max-Planck-Institut für Kunstgeschichte)

Sto caricando la mappa ....

Categoria
Edificio o palazzo storico - Accademia o istituto culturale
Campo di interesse
Arte e architettura barocca - Biblioteca o archivio

Indirizzo
via Gregoriana 28
Roma (RM)

Municipio
I - Centro Storico
Rione
IV - Campo Marzio

Informazioni e contatti
Telefono: 06 699931
Sito web:
Pagina Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Palazzetto_Zuccari
Email: institutssekretariat@biblhertz.it

Condizioni di visita
visitabile esternamente - visitabile internamente solo con visita guidata

Presentazione
Il pittore urbinate Federico Zuccari, chiamato a Roma per diverse commissioni, nel 1590 acquistò un lotto di terreno a Trinità dei Monti per costruirvi un palazzetto per sé e la sua famiglia. Il palazzo era costituito da tre corpi: sulla piazza era lo studio del pittore, alla parte residenziale si accedeva da via Sistina mentre al giardino si entrava da via Gregoriana. La facciata è interessante per le cornici a forma di bocche di mostri che decorano il portale e le finestre; il pianterreno è totalmente affrescato dallo stesso Zuccari con immagini mitologiche, decorazioni floreali e animali, lo stemma degli Zuccari appare molte volte come pure i ritratti dei componenti della famiglia; al piano superiore vi sono gli affreschi di Giulio Romano staccati da Villa Lante. Alla morte del pittore, nel 1609 gli eredi vendettero la palazzina a Marc’Antonio Toscanella che incaricò Girolamo Rainaldi d’ingrandire l’edificio aggiungendo due piani ai due già esistenti. Nel 1702 il palazzo fu affittato a Casimira Sobieski, regina di Polonia, che vi apportò molti cambianti e fece costruire un arco che metteva in comunicazione l’edificio con casa Torres. Vi soggiornarono personaggi come lo scultore Pietro Bracci, il pittore Reynolds, il Winckelmann, il David; fu usata nel 1756 come scuola dai Gesuiti. Enrichetta Hertz, ultima proprietaria del palazzo dal 1904, fondò la Bibliotheca Hertziana di storia dell’arte (Max-Planck-Institut für Kunstgeschichte) che oggi, ancora aperta, offre agli studiosi la possibilità di consultare oltre 160.000 volumi.

Prossimi Eventi - Eventi in corso

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Eventi trascorsi

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Condividi questo evento

    Scrivi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.