Palazzo Doria Pamphilj – Galleria Doria Pamphilj

Palazzo Doria Pamphilj - Galleria Doria Pamphilj

Mappa: dove si trova Palazzo Doria Pamphilj – Galleria Doria Pamphilj

Sto caricando la mappa ....

Informazioni su Palazzo Doria Pamphilj – Galleria Doria Pamphilj

Salta le informazioni e vai agli eventi in programma

Categoria
Edificio o palazzo storico - Museo privato
Campo di interesse
Arte e architettura barocca

Indirizzo
via del Corso 305
Roma (RM)

Municipio
I - Centro Storico
Rione
IX - Pigna

Informazioni e contatti
Telefono: 06 6797323
Sito web:
Pagina Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Palazzo_Doria-Pamphili
Email: info@dopart.it

Condizioni di visita
visitabile esternamente - visitabile internamente in modo autonomo

Presentazione
Le origini del palazzo risalgono al 1489 quando il cardinale Giovanni Fazio Santoro, canonico della Chiesa di Santa Maria in via Lata, comprò alcune vecchie costruzioni adiacenti per edificare su quei terreni un nuovo edificio, il cui cortile viene attribuito al Bramante. Il palazzo fu acquisito da papa Giulio II per donarlo al nipote Francesco Maria I Della Rovere. I Della rovere continuarono a comprare altri edifici intorno per ampliarlo quando, nel 1601, fu acquistato dal Cardinale Pietro Aldobrandini, la cui nipote Olimpia sposò Camillo Pamphilj; il palazzo passò a questa famiglia che incaricò nel 1663 l’architetto Antonio Del Grande di ampliare le facciate ed il vestibolo. Alla morte di Camillo, i figli affidarono prima all’architetto Pietro Moraldi poi a Carlo Fontana la cura della decorazione delle sale; in questi anni il palazzo, grazie al cardinale Benedetto, divenne punto d’incontro per diversi letterati, musicisti come il Corelli ed importanti artisti, le cui opere vennero acquistate per arricchire la collezione privata della famiglia. Nel 1733 Gabriele Valvassori ristrutturò la parte del fabbricato intorno al cortile costruendo sulla loggia sopra il porticato la maestosa galleria affrescata da Aureliano Milani; la sala del trono conserva i dipinti di Tommaso Agricola mentre la sala da ballo quelli di Antonio Nessi. La galleria d’arte, grazie all’apporto dei vari proprietari del palazzo, si è arricchita di dipinti di Tiziano, Jacopo e Francesco Bassano, Raffaello, Lorenzo Lotto, Caravaggio, Algardi e Velazquez (con il famoso ritratto di papa Innocenzo X). Ancora oggi il vasto complesso immobiliare, espressione del barocco romano del Sei- Settecento, è abitato dai discendenti della famiglia che si prendono cura del palazzo e del vasto numero di opere d’arte in esso conservate.
Orari di visita
lunedì – domenica
9:00 – 19:00

Prossimi Eventi - Eventi in corso

Eventi trascorsi

Nessun evento trovato

Condividi questo luogo

Siti e monumenti nei dintorni

Clicca sul nome del luogo per maggiori informazioni