Isola Tiberina

Isola Tiberina

Mappa: dove si trova Isola Tiberina

Sto caricando la mappa ....

Categoria
Rione o quartiere storico
Campo di interesse
Arte e architettura medievale - Arte e architettura barocca

Indirizzo
piazza di San Bartolomeo all'Isola
Roma (RM)

Municipio
I - Centro Storico
Rione
XII - Ripa

Informazioni e contatti
Telefono:
Sito web:
Pagina Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Isola_Tiberina
Email:

Condizioni di visita
visitabile esternamente

Comprende
Basilica di San Bartolomeo all’Isola

Presentazione
L’esistenza dell’Isola Tiberina è all’origine della nascita e del repentino sviluppo della città di Roma: presso l’isola era presente il guado che permetteva in epoca protostorica il transito delle persone e delle merci tra le due sponde, garantendo un comodo collegamento tra la riva etrusca e l’area di stanziamento dei Latini. Presso la punta meridionale, sulla riva sinistra del fiume, si trovava inoltre il primitivo porto fluviale. Nel 293 a.C. il serpente di Epidauro sacro al dio Esculapio, portato a Roma nel tentativo di riuscire a fermare la pestilenza che la affliggeva, scappò dalla nave e toccò terra sull’isola, indicando il punto in cui doveva essere edificato il Tempio di Esculapio. Verso la metà del I secolo a.C. furono realizzati i due ponti che ancora la collegano, il Ponte Fabricio (anche detto dei Quattro Capi per la presenza delle erme) e il Ponte Cestio (questo in parte allungato alla fine del XIX secolo e restaurato con i materiali originali), oggi i ponti più antichi della città. In età imperiale tutto il profilo dell’isola, stretta e allungata come un’imbarcazione, fu sagomato e decorato con arginature in travertino in forma di nave (ne resta un tratto a sud con l’immagine del dio Esculapio). Nel X secolo sulle rovine del Tempio di Esculapio fu eretto il primo nucleo della Basilica di San Bartolomeo all’Isola; medievale e residuo di una fortificazione più vasta è la Torre Caetani che svetta sul Ponte Fabricio, di fronte alla quale è la piccola Chiesa di San Giovanni Calibita (IX secolo ma rifatta nel Settecento). Nel Rinascimento l’isola recuperò la sua vocazione salutare con la creazione delle prime strutture dell’Ospedale Fatebenefratelli mentre pochi metri a valle fu innalzato, sui resti dell’antico Ponte Emilio (II secolo a.C.), quello che, dopo essere crollato pochi decenni dopo il suo completamento, sarà conosciuto come Ponte Rotto (ne resta oggi un’arcata).

Prossimi Eventi - Eventi in corso

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Eventi trascorsi

    Condividi questo evento

    Scrivi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.