Ipogeo degli Aureli

Ipogeo degli Aureli

Mappa: dove si trova Ipogeo degli Aureli

Sto caricando la mappa ....

Informazioni su Ipogeo degli Aureli

Salta le informazioni e vai agli eventi in programma

Categoria
Monumento o sito archeologico - Sotterranei
Campo di interesse
Archeologia romana - Arte e architettura funeraria

Indirizzo
via Luigi Luzzatti 2
Roma (RM)

Municipio
I - Centro Storico
Rione
XV - Esquilino

Informazioni e contatti
Telefono: 06 4465610
Sito web:
Pagina Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Ipogeo_degli_Aureli
Email: pcas@arcsacra.va

Condizioni di visita
visitabile internamente solo con visita guidata

Compreso in
Esquilino (rione)

Presentazione
L’Ipogeo degli Aureli è un sepolcro parzialmente ipogeo rinvenuto nel 1919 durante i lavori di edificazione del quartiere residenziale dell’Esquilino. Si compone di una camera costruita in mattoni al livello del piano di campagna antico con arcosoli e sepolture in formae nel pavimento (struttura consueta nei mausolei romani a partire dal regno di Settimio Severo) accanto alla quale è una scala in discesa che si biforca e conduce a due camere, una, preceduta da una piccola anticamera, posta sotto la camera esistente nel sopratterra e l’altra sotto un’area priva di costruzioni; nel pavimento di quest’ultima è in mosaico un’iscrizione dedicatoria posta da Aurelio Felicissimo per altri tre Aureli (due maschi e una fanciulla cui è attribuito l’insolito titolo di vergine) definiti fratelli e colliberti. L’attributo virgo e il termine fratres, unitamente alle immagini raffigurate nell’ambiente, in cui si sono voluti riconoscere gli apostoli e immagini della Gerusalemme celeste cui i defunti erano destinati, rendono assi probabile il carattere cristiano dell’intero ipogeo, circostanza che appare confermata dagli affreschi dell’altra camera dove appare la Croce. Anche se gli studiosi restano incerti, considerando la possibilità che si tratti di culti sincretici o di cristiani non aderenti all’ortodossia e dunque eretici, l’ipogeo è stato concesso alle cure della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra. Dalle due camere sotterranee si dipartono gallerie aggiunte in una fase successiva come espansione del sepolcro e scavate nel tufo della collina come una piccola catacomba di diritto privato. A giudicare dallo stile pittorico e dalle tecniche edilizie la struttura rimanda alla metà circa del III secolo.

Prossimi Eventi - Eventi in corso

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Eventi trascorsi

    Nessun evento trovato

    Condividi questo luogo

    Siti e monumenti nei dintorni

    Clicca sul nome del luogo per maggiori informazioni