Bunker di Villa Torlonia

Bunker di Villa Torlonia

Mappa: dove si trova Bunker di Villa Torlonia

Sto caricando la mappa ....

Informazioni su Bunker di Villa Torlonia

Salta le informazioni e vai agli eventi in programma

Categoria
Monumento o opera moderna - Sotterranei
Campo di interesse
Arte e architettura moderna - Mura e strutture difensive

Indirizzo
via Nomentana 70
Roma (RM)

Municipio
II - Parioli/Nomentano
Rione

Informazioni e contatti
Telefono:
Sito web:
Pagina Wikipedia:
Email:

Condizioni di visita
visitabile internamente solo con visita guidata

Compreso in
Villa Torlonia
Collegato a
Casina delle Civette di Villa Torlonia
Casino dei Principi di Villa Torlonia
Casino Nobile di Villa Torlonia
Catacomba ebraica di Villa Torlonia

Presentazione
Dal 1925 al 1943 Villa Torlonia venne data in concessione a Mussolini come residenza privata; con l’entrata in guerra dell’Italia nel 1940, Mussolini pensò di costruire nella villa un rifugio dove soggiornare in caso di pericolo. Il primo ambiente adibito a ricovero fu una cantina realizzata nel 1940 sotto il laghetto del Fucino, un piccolo specchio d’acqua artificiale situato all’interno del parco e realizzato nella prima metà dell’800 da Alessandro Torlonia per celebrare la bonifica del lago del Fucino; il rifugio-cantina era dotato di doppie porte blindate e di un sistema di filtraggio e ricircolo dell’aria che veniva azionato a manovella in caso di attacchi con il gas, l’illuminazione era a batteria e venne installato un telefono per le comunicazioni urgenti. I difetti riscontrati nel primo rifugio convinsero Mussolini nel 1941 a costruirne un altro nel seminterrato del Casino Nobile, proprio in corrispondenza della sala da ballo; questo fu utilizzato negli anni 1942-43 e rispetto al precedente le stanze erano rinforzate con del cemento armato dello spessore di 120 centimetri. A causa dei bombardamenti aerei degli Alleati, diventati sempre più pressanti, Mussolini nel 1942 iniziò la costruzione di un terzo bunker che dal progetto risultava molto più sicuro di quelli già esistenti: la struttura blindata, scavata a sei metri e mezzo di profondità nel piazzale antistante la villa, aveva una pianta a forma di croce con gallerie con struttura cilindrica protette da una copertura di cemento armato spessa 4 metri; i lavori furono più lunghi del previsto a causa della friabilità del terreno; la destituzione e l’arresto di Mussolini, avvenuti il 25 luglio del 1943, determinarono il mancato completamento del nuovo bunker.

Prossimi Eventi - Eventi in corso

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Eventi trascorsi

    Nessun evento trovato

    Condividi questo luogo

    Siti e monumenti nei dintorni

    Clicca sul nome del luogo per maggiori informazioni

      Nessun evento trovato