Basilica di Santo Stefano Rotondo al Celio

Basilica di Santo Stefano Rotondo al Celio

Mappa: dove si trova Basilica di Santo Stefano Rotondo al Celio

Sto caricando la mappa ....

Categoria
Edificio di culto cristiano
Campo di interesse
Arte e architettura paleocristiana - Arte e architettura rinascimentale

Indirizzo
via di Santo Stefano Rotondo 7
Roma (RM)

Municipio
I - Centro Storico
Rione
I - Monti

Informazioni e contatti
Telefono: 06 42119130
Sito web:
Pagina Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Basilica_di_Santo_Stefano_Rotondo_al_Celio
Email: santo.stefano.rotondo@cgu.it

Condizioni di visita
visitabile esternamente - visitabile internamente in modo autonomo

Compreso in
Celio (quartiere storico)
Collegato a
Mitreo di Santo Stefano Rotondo

Presentazione
Passando attraverso uno dei fornici degli arcus Neroniani (l’acquedotto fatto costruire da Nerone per servire il Celio e il Palatino) si incontra il vestibolo medievale (XII secolo) della Basilica di Santo Stefano Rotondo al Celio, la più antica chiesa a pianta circolare di Roma (fu edificata intorno al 460) nonché uno dei più arditi progetti architettonici della tarda-antichità: la soluzione adottata dagli architetti è incentrata su un ambiente centrale con tamburo cilindrico sorretto da 22 possenti colonne di reimpiego con capitelli ionici, pervaso dalla luce proveniente dalle finestre poste sulla sommità del tamburo; il tetto è sorretto da un muro diametrale impostato su tre archi che poggiano su due enormi colonne di granito con capitelli corinzi e su una coppia di pilastri; intorno al nucleo centrale si trova una deambulatorio a sua volta delimitato esternamente da un circolo di colonne di proporzioni minori rispetto a quelle che sorreggono il tamburo centrale; in origine attorno al deambulatorio si trovava un secondo deambulatorio di dimensioni ancora minori, interrotto da quattro grandi aule disposte simmetricamente che fuoriuscivano come avancorpi dal muro circolare che chiudeva la Basilica, secondo uno schema che mirava a fondere la pianta circolare con quella a croce greca; un ultimo muro perimetrale concentrico raccordava tra loro i muri esterni degli avancorpi, creando quattro piccoli cortili in cui si trovavano gli ingressi alla Basilica. Tale complessa planimetria fu sconvolta alla metà del Quattrocento quando fu eliminato il deambulatorio esterno e tre dei quattro bracci della croce, riducendo di molto il volume dell’edificio. Le pareti del deambulatorio interno (realizzate nell’intervento rinascimentale tamponando gli intercolumni) conservano un interessante Martirologio dipinto dal Pomarancio. Gli scavi sotto il pavimento hanno rinvenuto un mitreo e degli accampamenti militari che qui esistevano in epoca anteriore alla costruzione della Basilica.

Prossimi Eventi - Eventi in corso

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Eventi trascorsi

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Condividi questo evento

    Scrivi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.