Palazzo della Marina – Giornate FAI di Primavera

Palazzo Marina

Mappa: dove si svolge l'evento Palazzo della Marina – Giornate FAI di Primavera

DETTAGLI EVENTO

Data / Ora
domenica 25 marzo 20182018-03-25T10:00:00+00:00 - 2018-03-25T18:00:00+00:00
10:00 - 18:00

Categoria dell'evento

Costo per partecipante
2.00 contributo minimo

Descrizione

ORARIO
Sabato: 10:00 – 18:00 (ultimo ingresso 17:00)
Note: Il sabato è riservato agli iscritti FAI. Possibilità di iscriversi al FAI in loco. In caso di grande affluenza le code potrebbero venire sospese prima dell’orario di chiusura indicato.

Domenica: 10:00 – 18:00 (ultimo ingresso 17:00)
Note: La domenica è aperta a tutti, con accesso prioritario per Iscritti FAI. Possibilità di iscriversi al FAI in loco. In caso di grande affluenza le code potrebbero venire sospese prima dell’orario di chiusura indicato.

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato

NOTE PER LA VISITA
I visitatori sono pregati di venire muniti di documento d’identità. Non è possibile accedere con zaini o borse di grandi dimensioni. Non sono disponibili né armadietti né guardaroba.

Contributo suggerito a partire da: € 2,00

Conosciuto dai romani come “Palazzo delle ancore”, l’edificio fu progettato nel 1911 quale nuova sede del Ministero della Marina e, inaugurato nel 1928, divenne per la sua originalità decorativa manifesto della vittoria italiana sul mare nella Grande Guerra. L’edificio, tra le opere più significative dell’architetto Giulio Magni, già collaboratore di Giuseppe Sacconi al Vittoriano, stilisticamente appartiene ad una cultura architettonica fedele ai valori del classicismo. L’apparato pittorico e decorativo interno al palazzo è ricco di allegorie che rimandano al mondo navale e marino, a cui contribuirono artisti indicati dallo stesso Magni: Giuseppe Rivaroli per il soffitto dello Scalone d’Onore, Pieretto Bianco per la Sala della Commissione avanzamento ufficiali, Antonio Calcagnadoro per il soffitto e il fregio del Salone dei Marmi ed infine il veneziano Umberto Bellotto per gli arredi delle sale di rappresentanza e della Biblioteca, uno degli ambienti più suggestivi del Palazzo.

VISITE A CURA DI
Apprendisti Ciceroni Liceo Scientifico “Talete”; Istituto “Massimiliano Massimo”

Organizzazione e contatti

ScoprendoRoma

Condividi questo evento