Chiesa di San Giorgio in Velabro – Arco degli Argentari

Sto caricando la mappa ....

Categoria
Edificio di culto cristiano - Monumento o sito archeologico
Campo di interesse
Archeologia romana - Arte e architettura medievale

Indirizzo
via del Velabro 19
Roma (RM)

Municipio
I - Centro Storico
Rione
XII - Ripa

Informazioni e contatti
Telefono: 06 69797536
Sito web:
Pagina Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Chiesa_di_San_Giorgio_in_Velabro
Email: informazione@sangiorgioinvelabro.org

Condizioni di visita
visitabile esternamente - visitabile internamente in modo autonomo

Presentazione
Nel luogo su cui si sviluppò la Chiesa di San Giorgio in Velabro esisteva nel primo medioevo una diaconia, destinata a fornire assistenza alle persone disagiate. Nel IX secolo papa Gregorio IV fece edificare la chiesa con portico antistante. Nel XII secolo fu aggiunto il campanile e nel Duecento fu rifatto il portico su colonne ioniche e pilastri (l’iscrizione sull’architrave ricorda questi lavori). Le aggiunte barocche furono rimosse negli anni ’20 del XX secolo. Nel 1993 la facciata fu sventrata da un attentato terroristico ordito dalla mafia siciliana come atto intimidatorio nei confronti dello Stato italiano e della Santa Sede. Internamente la chiesa ha una pianta a tre navate del tutto irregolare, condizionata dalle preesistenze. Accanto alla chiesa e parzialmente inglobato in essa è l’Arco degli Argentari, interessante testimonianza dell’arte di epoca severiana (fu eretto nel 204 d.C. in onore di Settimio Severo, della moglie Giulia Domna e dei figli Caracalla e Geta dagli argentari, i banchieri romani): presenta rilievi con le immagini della famiglia imperiale, di cui una, quella di Geta, fu abrasa dal fratello Caracalla a seguito della sua damnatio memoriae.

Prossimi Eventi - Eventi in corso

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Eventi trascorsi

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Condividi questo evento

    Scrivi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.