Arcibasilica Romana Maggiore del Santissimo Salvatore e dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista al Laterano (San Giovanni in Laterano)

Arcibasilica Romana Maggiore del Santissimo Salvatore e dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista al Laterano (San Giovanni in Laterano)
Sto caricando la mappa ....

Categoria
Edificio di culto cristiano
Campo di interesse
Arte e architettura medievale - Arte e architettura barocca

Indirizzo
piazza di San Giovanni in Laterano 4
Roma (RM)

Municipio
I - Centro Storico
Rione
I - Monti

Informazioni e contatti
Telefono: 06 69886313
Sito web:
Pagina Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Basilica_di_San_Giovanni_in_Laterano
Email: basilica@laterano.va

Condizioni di visita
visitabile esternamente - visitabile internamente in modo autonomo

Collegato a
Museo della Basilica di San Giovanni in Laterano (del Tesoro Lateranense)
Battistero lateranense (San Giovanni in Fonte)
Sotterranei della Basilica di San Giovanni in Laterano

Presentazione
Il toponimo del Laterano deriva dalla nobile famiglia dei Sestii Laterani che possedeva una ricca residenza in quest’area. Dopo aver partecipato ad un tentativo di congiura ai danni di Nerone le proprietà dei Laterani furono espropriate dall’imperatore. Intorno al 200 d.C. al posto della dimora vennero eretti i castra nova equitum singularium (caserma della guardia a cavallo dell’imperatore). A seguito della vittoria di Costantino contro Massenzio (312) il corpo degli equites, che aveva appoggiato lo sconfitto, fu sciolto e la caserma fu demolita: al suo posto fu eretta da Costantino la Basilica dedicata al Salvatore (poi detta di San Giovanni). L’edificio attuale è frutto delle molte ristrutturazioni avvenute nel corso dei secoli: la facciata è opera di Alessandro Galilei degli anni ’30 del Settecento che gioca con i chiaroscuri determinati dalle grandi arcate del portico e del loggiato superiore; nel portico sono stati collocati i battenti in bronzo della Curia nel Foro Romano (un’operazione dal chiaro significato politico); l’interno a 5 navate con abside e transetto appare nell’ultima riconfigurazione operata alla metà del Seicento da Francesco Borromini; nelle nicchie ai lati della navata centrale sono 12 edicole ornate dalle statue degli apostoli mentre sul fondo domina il maestoso tabernacolo del 1367 posto al di sopra dell’altare; il pavimento è cosmatesco e il soffitto cinquecentesco; l’abside è stato ricostruito riapplicando il mosaico del 1291; innumerevoli opere d’arte arricchiscono l’interno della Basilica. Il bel chiostro su colonnine binate è opera della prima metà del Duecento. La testata del transetto destro è stata decorata esternamente da Domenico Fontana con la Loggia delle Benedizioni (1586), sormontata da due campanili del Duecento con cuspidi trecentesche.

Prossimi Eventi - Eventi in corso

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Eventi trascorsi

  • Non ci sono eventi in programma in questo momento
  • Condividi questo evento

    Scrivi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.